Autodifesa del consumatore Contratti Internet

Acquisti online col vento in poppa. Attenzione, non esiste diritto di recesso!

Comprare online ha lati positivi ma anche aspetti oscuri, che generalmente si conoscono meno. Tra questi vi è anche il fatto che non esiste, in Svizzera, il diritto di rescindere il contratto stipulato: quel che è comprato è comprato. I consumatori europei sono messi meglio: anche nell’e-commerce hanno diritto a 14 giorni di ripensamento con possibilità di rompere il contratto e ritornare la merce.

E se l’acquisto è fatto su un sito europeo? Se l’ordine di acquisto è effettuato dalla Svizzera la legge a cui fare riferimento è quella confederata. Il commerciante europeo è quindi libero di concedere ai cittadini elvetici i 14 giorni di ripensamento oppure no. Il consiglio agli acquirenti rossocrociati è quindi quello di informarsi e leggere attentamente le condizioni generali per sapere se vi sono clausole specifiche per clienti fuori la zona UE.

E per finire un’ultima informazione: una ditta svizzera che vende online prodotti anche a cittadini UE deve concedere a questi ultimi il diritto ai 14 giorni di recesso!

Il Parlamento svizzero non ne vuole sapere nonostante le sollecitazioni delle organizzazioni dei consumatori. Ci ha messo ben 7 anni per accordare il diritto di recesso per i contratti stipulati per telefono (di cui si sono approfittate alla grande molte imprese a scapito di ignari consumatori raggiunti per telefono) e non ha voluto includere anche i contratti sottoscritti online! Ma l’Alleanza dei consumatori non smetterà di insistere.