Autodifesa del consumatore Acquisti Diritti del consumatore Pazienti Trasporti

Cosa ha irritato i consumatori svizzeri nel 2019?

L’Alleanza delle organizzazioni dei consumatori – che comprende ACSI, FRC e SKS – presenta per il quarto anno consecutivo la classifica nazionale delle lamentele e dei reclami che le tre associazioni hanno ricevuto e trattato nel corso dell’anno. Le tre categorie più gettonate sono le controversie contrattuali (garanzia, fatturazione, consegna…) (6365), i metodi di vendita scorretti (2944) e le problematiche legate al settore delle telecomunicazioni (1831).

Le denunce ricevute nel corso del 2019 da ACSI, SKS e FRC sono in totale 17’614.


La classifica

1. 36% Controversie contrattuali relative ai consumi (garanzia, consegna, e-commerce).

2. 17% Metodi di vendita scorretti (mancato rispetto dell’asterisco, false ordinazioni).

3. 10% Controversie in materia di telecomunicazioni (costi poco trasparenti, modifiche contrattuali).

4. 7% Pratiche delle società d’incasso (richieste di spese aggiuntive esorbitanti).

5. 7% Assicurazioni, principalmente malattia (intermediari, chiusura dei portafogli delle assicurazioni complementari, aumento dei premi).

6.  5% Mobilità-energia-ambiente (obsolescenza programmata, trasporto aereo e biglietti dei mezzi pubblici).

Il restante 18% è rappresentato principalmente da problemi legati alla salute, all’alimentazione (in particolare le indicazioni sulla provenienza, gli imballaggi ingannevoli e la bassa qualità di alcuni alimenti), ai servizi finanziari, ai servizi pubblici, alla protezione dei dati e all’esposizione dei prezzi.

In allegato, l’elenco dettagliato con informazioni più precise.