venerdì 22 settembre 2017 

1° concorso ACSI, assegnati i premi

Sono stati assegnati lunedì 1° dicembre, nella sede ACSI a Bre­ganzona, i premi del primo concorso ACSI destinato ai consumatori attenti, cioè a quelle persone che segnalano all’Associazione consumatrici e consumatori della svizzera italiana sistemi commerciali o situazioni a danno del consumatore, “affinché possa intervenire per risolverli in modo mirato e consono al suo mandato” (Art. 1 Regolamento).
Partecipano automaticamente al concorso tutti i soci dell’ACSI che segnalano casi interessanti in particolare per questi elementi: a) numero di potenziali “vittime” dell’abuso; b) danno finanziario subito dalla singola “vittima”; c) danno di altra natura subito dalla “vittima”; d) profitto conseguito da chi commette l’abuso.
Perché un concorso? Perché vogliamo coinvolgere in modo dinamico i consumatori e farli diventare parte attiva sia nei confronti del mercato sia nei rapporti con l’ACSI, l’associazione che li riunisce e li rappresenta.
Conclusa la prima edizione del premio, invitiamo consumatrici e consumatori a segnalare nuovi casi per il concorso ACSI 2009.

1° premio Televisore LCD ad alta efficienza energetica del valore di fr. 2’000 alla signora Sandra Villa
per aver segnalato all’ACSI di aver sottoscritto un contratto di abbonamento “Cablecom digital TV” sulla base di informazioni ingannevoli datele dal venditore. Grazie a questa segnalazione l’ACSI ha potuto rendere attenti consumatrici e consumatori della Svizzera italiana sulle pratiche scorrette di alcuni venditori e convincere Cablecom a annullare questi contratti.

2° premio Bicicletta elettrica del valore di fr.1’000 alla signora Gaia Rigamonti
per aver segnalato all’ACSI che, contrariamente a quanto stampato sul materiale pubblicitario, l’autonomia del veicolo a gas Citroen C3 modello GNV non è di 220 km bensì di 170. La giuria ha ritenuto il caso molto grave in quanto la signora aveva basato la sua decisione d’acquisto proprio su questo dato. La signora ha rinunciato a intentare una causa contro il garage. Nel frattempo Citroen ha comunque corretto le informazioni pubblicitarie.

3° premio Weekend per 2 persone al Centro UomoNatura di Acquacalda del valore di fr. 450
alla famiglia Gianferrari per aver segnalato che il mercato delle caldaie da riscaldamento non sembra essere caratterizzato da una concorrenza corretta. Di fronte alla necessità di acquistare una nuova caldaia la famiglia non ha potuto trattare liberamente la fornitura e il prezzo con la ditta di caldaie in quanto la vendita e la consegna potevano avvenire solo tramite l’installatore idraulico. Questo metodo pare sia applicato anche dalle ditte concorrenti e fa sospettare l’esistenza di un cartello. Il caso è stato sottoposto alla commissione federale della concorrenza.

Attestato di merito
all’Ordine dei medici del canton Ticino per aver optato in favore della consegna gratuita al paziente della sua cartella sanitaria. Sollecitato dall’ACSI sulla segnalazione di una socia  che riferiva che il suo medico le avrebbe “fatto pagare caro” il duplicato, l’OMCT, ritenendo che la richiesta di pagamento possa deteriorare "l’auspicato rapporto di fiducia fra la classe medica e i pazienti", raccomanda ai propri membri di fornire gratuitamente la cartella (o tutt’al più di esporre un costo modesto a copertura delle spese vive).

In primo piano da sinistra: Franco Denti, presidente Ordine dei medici del Cantone Ticino, Sandra Villa, vincitrice 1° premio; Gaia Rigamonti, vincitrice 2° premio; Greta Gysin, presidente giuria ACSI; dietro da sin. Edy Massera, presidente commissione deontologica OMCT, Lorenzo Quadri, membro della giuria e Mario Jäggli, presidente ACSI.

8 settembre 2009


Condividi

Google+

 

ACSI, Strada di Pregassona 33, 6963 Pregassona - tel. 091 922 97 55, fax 091 922 04 71 - email: info@a*TOGLIEREQUESTO*csi.ch