lunedì 27 marzo 2017 

Settimana europea della vaccinazione: vaccinarsi per proteggere i propri cari

In occasione della Settimana europea della vaccinazione, che si terrà dal 25 al 30 aprile 2016, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) raccomanda alla popolazione di far controllare e, se necessario, aggiornare il proprio stato vaccinale. In questo modo, oltre a proteggere se stessi, si evita di contagiare i lattanti, particolarmente vulnerabili ad alcune malattie.

I lattanti corrono un elevato rischio di complicazioni in caso di morbillo, che in certi casi può essere fatale. Lo stesso vale anche per la pertosse, che può portare a gravi difficoltà respiratorie o addirittura alla morte. A volte sono i genitori stessi a trasmettere queste malattie ai propri figli. Nella metà dei casi di lattanti ricoverati a causa della pertosse, l’infezione è stata trasmessa probabilmente dal padre o dalla madre.

Per evitare questo tipo di infezione è quindi fondamentale che i genitori, i familiari e le persone a stretto contatto con i bambini siano vaccinati. Questa misura risulta ancora più importante se si considera che i lattanti non possono essere vaccinati nei primi mesi di vita.

Si raccomanda quindi ai giovani genitori di far controllare il proprio stato vaccinale. Troppo spesso non sanno affatto se sono protetti contro il morbillo. Nel 2012, il 16 per cento dei giovani adulti (tra i 20 e i 29 anni) non sapeva se era vaccinato, mentre il 41 per cento non sapeva quante dosi di vaccino avesse già ricevuto. Colmare queste lacune è il primo passo per raggiungere una protezione efficace.

Nel caso del morbillo, tutte le persone nate dopo il 1963 devono recuperare le vaccinazioni mancanti fino a un totale di due dosi, tranne nel caso in cui abbiano già contratto la malattia in passato. Il vaccino contro la pertosse invece deve essere somministrato mediante iniezione alle persone tra i 25 e i 29 anni d’età e a coloro che sono a stretto contatto con lattanti di meno di sei mesi di vita. Quest’ultima raccomandazione vale anche per le donne incinte alle quali si consiglia di farsi vaccinare a partire dall’inizio del quarto mese di gravidanza.

Il libretto di vaccinazione elettronico è uno strumento semplice, moderno ed efficace per rimanere aggiornati sulla propria copertura vaccinale. Il sistema invia notifiche per e-mail o sms quando una vaccinazione manca o ne è consigliata una di richiamo. La Settimana europea della vaccinazione offre l’occasione per creare e far validare gratuitamente il proprio libretto di vaccinazione elettronico. Per accedere al sistema, visitare il sito Internet www.lemievaccinazioni.ch.

I giovani genitori possono informarsi anche attraverso il volantino dell’UFSP sui rischi del morbillo e della pertosse per i lattanti. Il sito www.vaccinarsi.ch fornisce inoltre molti consigli sulla vaccinazione e sul miglior modo di proteggersi.

9 marzo 2017


Condividi

Google+

 

ACSI, Strada di Pregassona 33, 6963 Pregassona - tel. 091 922 97 55, fax 091 922 04 71 - email: info@a*TOGLIEREQUESTO*csi.ch