lunedì 27 marzo 2017 

Segnalate le differenze di prezzo!

La Stiftung für Konsumentenschutz (SKS), che con ACSI e FRC forma l’Alleanza delle organizzazioni dei consumatori, ha rilanciato il tema dei prezzi elevati dei prodotti d’importazione in Svizzera. I consumatori che acquistano spesso all’estero o che lo fanno magari durante le ferie sono invitati a fotografare le differenze di prezzo e inviarle tramite un formulario sul sito dell’SKS.

“Per articoli d’importazione identici si paga fino al 40% in più in Svizzera rispetto ai paesi confinanti”, si legge sul sito dell’SKS. La causa però non sono gli elevati affitti in Svizzera, come spesso ritenuto erroneamente. “I prezzi sono così alti semplicemente perché produttori e distributori sanno come sfruttare abilmente l’elevato potere d’acquisto degli svizzeri”. Il problema è che poi tutti questi soldi non tornano nell’economia elvetica, ma vanno invece “nelle tasche delle grosse imprese”. Lo scorso mese di gennaio anche il Consiglio federale è arrivato a questa conclusione. I prezzi vengono mantenuti alti ad arte tramite complessi meccanismi dalle multinazionali. Di questa distorsione della concorrenza soffrono anche le piccole e medie industrie.

Inviate le vostre foto compilando il formulario su www.konsumentenschutz.ch (il sito è in tedesco).

 

9 marzo 2017


Condividi

Google+

 

ACSI, Strada di Pregassona 33, 6963 Pregassona - tel. 091 922 97 55, fax 091 922 04 71 - email: info@a*TOGLIEREQUESTO*csi.ch