venerdì 22 settembre 2017 

Roaming, tariffe esorbitanti. ACSI, FRC e SKS scrivono alla Consigliera federale Doris Leuthard

A partire dal 15 giugno 2017, i cittadini dell'Unione Europea non devono più pagare alcuna tariffa aggiuntiva per utilizzare il proprio cellulare in uno stato membro. Per i consumatori svizzeri, rimangono invece invariate le cifre esorbitanti per il roaming all'estero.

Vediamo alcuni esempi.

Ecco le tariffe al minuto per telefonare dalla Spagna alla Svizzera:

Salt: CHF 1.99 (con Prepagata CHF 2.60)

Sunrise: CHF 1.30

Swisscom: CHF 0.45

Wingo: CHF 0.50

Yallo: CHF 1 (con Prepagata CHF 1.80)

E questi sono invece i costi per poter utilizzare 100 MB di dati in Germania:

Salt: CHF 200 (con Prepagata CHF 1'900), CHF 9.90 con pacchetto dati

Sunrise: CHF 100, CHF 9 con pacchetto dati

Swisscom: CHF 45, CHF 9.90 con pacchetto dati 200MB

Wingo: 7.50 (solo con pacchetto dati)

Yallo: CHF 100 (con Prepagata CHF 150), con pacchetto dati CHF 30 per 1 GB

 

Alla luce di questa situazione, le organizzazioni dei consumatori riunite nell'Alleanza (ACSI, FRC e SKS) hanno scritto una lettera aperta alla Consigliera federale Doris Leuthard che chiede anche in Svizzera una riduzione delle tariffe roaming.

Link per sottoscrivere la lettera alla Consigliera federale (in tedesco)

 

 

 

 

 

 

 

5 luglio 2017


Condividi

Google+

 

ACSI, Strada di Pregassona 33, 6963 Pregassona - tel. 091 922 97 55, fax 091 922 04 71 - email: info@a*TOGLIEREQUESTO*csi.ch