Enciclopedia dei consumiBeni e acquisti > Tessili e abbigliamento 
lunedì 27 marzo 2017 

Tessili e abbigliamento

Lavanderia

Se la lavanderia vi rovina un capo potete rivolgervi alla Commissione paritetica della lavanderie, un organo composto da rappresentanti delle organizzazioni dei consumatori, dell’Associazione svizzera per il trattamento dei tessili (ASTT) e da esperti esterni. L’ACSI consiglia innanzitutto... [leggi]

Pellicceria

L’impiego delle pelli di cani e gatti (circa 2 milioni di esemplari all′anno) è un fenomeno ancora parzialmente sconosciuto. L’industria della pellicceria tenta di mantenerlo nascosto grazie ad un sistema di etichettatura dei capi fuorviante e per nulla attendibile. [leggi]

Piumoni e cuscini per il letto

Il piumone di piume e peluria resta anche in Svizzera quello più richiesto e venduto e costituisce circa il 60% dei piumoni sul mercato (i prodotti con l’imbottitura sintetica rappresentano circa il 30%). [leggi]

Tessili - Etichettatura

Benché il tipo di materiale e il modo di cura e pulitura siano (o debbano essere) fattori determinanti nella scelta di un capo d’abbigliamento, l’etichettatura dei prodotti tessili non è obbligatoria in Svizzera. [leggi]

Tessuti - Consigli manutenzione

  Arieggiate le fibre naturali invece di lavarle, ma riponetele negli armadi solo se sono pulite. Un sacchetto di stoffa contenente salvia o lavanda scaccia le tarme. Tutte le parti dei completi (tailleurs, vestiti da uomo) vanno sempre lavate insieme. [leggi]

Tessuti - Fibre naturali

Alpaca :proviene da ruminanti domestici simili al lama che vivono in Perù e Bolivia. Con il pelo addominale, sottile e leggermente arricciato, si produce una lana fine, morbida e brillante. [leggi]

Tessuti - Trattamenti

Dall’etichetta si dovrebbe poter capire a quali trattamenti è stato sottoposto un tessuto. Però, se non ci sono indicazioni, ciò non vuol dire che il capo non è stato trattato. [leggi]

Tessuti anti raggi UV

Un nuovo marchio applicato su alcuni tessuti promette una protezione quasi totale dai raggi nocivi. Alcuni grandi magazzini e cataloghi di vendita per corrispondenza offrono già nel loro assortimento indumenti, in particolare costumi da bagno magliette, pantaloncini e cappelli per bambini e bambine. [leggi]

Tessuti- Fibre chimiche

La produzione di fibre sintetiche è dannosa per l’ambiente sia per l’alto consumo energetico, sia per l’uso di prodotti chimici. È però poco probabile che vi siano residui nocivi nei tessuti finiti. [leggi]

Tessuti infiammabili

Ogni anno da 200 a 400 persone si ustionano gravemente perché gli abiti hanno preso fuoco. Sovente questi incidenti avvengono per contatto diretto con la fiamma (candela, gas). [leggi]


Condividi

Google+

 

Login

CERCA ENCICLOPEDIA

ACSI, Strada di Pregassona 33, 6963 Pregassona - tel. 091 922 97 55, fax 091 922 04 71 - email: info@a*TOGLIEREQUESTO*csi.ch