Attività e campagne Scelte alimentari Sviluppo sostenibile

No all’olio di palma nell’accordo commerciale con l’Indonesia

In una lettera aperta al consigliere federale Schneider-Ammann firmata dalla Coalizione svizzera sull’olio di palma si richiede che questo olio sia escluso dall’accordo di libero-scambio con l’Indonesia.

La richiesta è sostenuta dalle organizzazioni svizzere per la difesa dell’ambiente, dei diritti umani e dei consumatori, e da diverse organizzazioni degli agricoltori. La coltivazione su vasta scala di questo prodotto in Indonesia e il commercio di grassi vegetali a buon mercato sta causando enormi danni ambientali e causando gravi controversie in materia di diritti umani, terra e lavoro. In questa lettera, la coalizione mette in guardia contro le conseguenze dell’importazione di olio di palma a prezzi bassi che possono derivare da questo accordo: un aumento della domanda causerebbe ulteriori furti di terra, spostamento della popolazione locale e gravi danni ambientali. Le organizzazioni avvertono inoltre che l’aumento delle importazioni di olio di palma comporterà una significativa perdita di reddito per i piccoli agricoltori svizzeri dipendenti dalla produzione di colza o girasole.

Di seguito la lettera aperta in lingua francese: