Attività e campagne Cucina e conservazione Rifiuti Scelte alimentari Sviluppo sostenibile

Prende il via la campagna nazionale contro lo spreco alimentare

In Svizzera un terzo delle derrate alimentari va sprecato. Questo genera annualmente 2,8 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari. Una parte importante di questi rifiuti viene generata dalle economie domestiche. Questo stato di cose danneggia l’ambiente, oltre a gravare sul portafoglio dei consumatori.

Per questo motivo viene lanciata oggi la campagna nazionale contro lo spreco alimentare, appoggiata da circa 70 partner fra Confederazione, cantoni, comuni, aziende e associazioni. In Ticino l’ACSI collaborerà con il Dipartimento del territorio (DT), WWF Svizzera e il Gruppo di Educazione Ambientale della Svizzera italiana (GEASI) al fine di sensibilizzare la popolazione sul tema dello spreco alimentare, attraverso la diffusione di materiale informativo e la promozione d’iniziative nell’ambito dell’educazione ambientale.

Questa mattina è stato organizzato un momento didattico in collaborazione con l’Istituto scolastico di Mendrisio, che ha coinvolto gli allievi di quarta elementare in “attività pratiche di approfondimento sugli sprechi alimentari e il loro impatto sull’ambiente. I bambini hanno quindi potuto riflettere in modo ludico sul comportamento individuale da adottare per contenere la propria impronta ecologica”, come si legge nel comunicato stampa del DT. Presente anche la Presidente ACSI Evelyne Battaglia-Richi.

Maggiori informazioni sulla campagna nazionale possono essere reperite sul sito della campagna.